LA TRAGEDIA CHE HA SCOSSO LA FRANCIA DEL RUGBY

Nicolas Chauvin aveva 19 anni quando un placcaggio lo ha portato via. Giocava nelle giovanili dello Stade Francais, un sogno per un ragazzo della sua età. Giocava con i suoi amici quando, a seguito di un placcaggio, ha perso i sensi. I medici sono intervenuti subito, Nicolas era in preda ad un arresto cardiaco.

E’ arrivato in ospedale d’urgenza, ancora incosciente, dopo venti minuti di massaggio cardiaco sotto gli occhi degli spettatori.  Il trauma cervicale a seguito dalla frattura di una vertebra ha provocato prima l’arresto cardiaco e poi l’anossia cerebrale. Nicolas si è spento nella sua stanza dell’ospedale CHU Pellegrin di Bordeaux.

Un incidente avvenuto a poca distanza dalla tragedia di Louis Fajfrowski (21 anni), anche lui troncato da un placcaggio pericoloso.

Il mondo rugby francese è in lutto, la FFR chiede un incontro eccezionale dedicato alla sicurezza dei giocatori. L’European
Professional Club Rugby ha indetto un minuto di applausi sui campi di tutta Europa prima del fischio d’inizio, in ricordo di Nicholas Chauvin.

 

Condividi

Lascia un commento